Questo articolo è stato letto 333 volte

In consultazione due quaderni per i revisori utili per i responsabili finanziari

Approfondimento di V. Giannotti

La responsabilità amministrativa del responsabile finanziario per il parere contabile reso

In considerazione dei molteplici controlli affidati ai revisori dei conti, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperi Contabili, ha pubblicato per consultazione fino al 14 luglio 2020, per fornire eventuali osservazioni, i seguenti due quaderni: a) Approccio metodologico; b) strumenti operativi.

Approccio metodologico

Il primo quaderno approfondisce le nozioni relative alle procedure di revisione, all’acquisizione degli elementi probativi, alla documentazione dell’attività e alla valutazione del rischio, soffermandosi in modo particolare sulla metodologia di campionamento. In particolare si compone di una serie di allegati, dalla bozza del verbale di insediamento, alle analisi di campionamento, di un questionario della valutazione del rischio ed il concetto di significatività preliminare. In altri termini, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, suggerisce un approccio metodologico che muove dai principi generali della revisione legale e della revisione specifica degli Enti locali, disegnando un percorso-guida indicativo e non prescrittivo, che possa agevolare il compito del professionista in ogni fase dell’incarico. Si ricorda, infatti, come sia prerogativa del professionista adottare il metodo di revisione e predisporre la documentazione di supporto secondo quanto ritenga più opportuno, potendo il revisore avvalersi o meno delle tecniche e dei modelli proposti nel quaderno metodologico, rendendoli più aderenti, se del caso, alle esigenze della fattispecie concreta e alle peculiarità dell’Ente da revisionare. In altri termini, l’impiego dei metodi e degli strumenti che sono stati proposti sono potenzialmente idonei a contenere il rischio di responsabilità del revisore in relazione a errori fisiologicamente riconducibili alle criticità procedurali rilevate, ferma restando la piena padronanza della materia (Principi contabili, Principi di vigilanza e controllo) e della normativa sottesa (es. il Testo unico degli Enti locali).

Strumenti operativi

Il Consiglio come premessa del quaderno operativo evidenzia come l’Organo di revisione ha il potere di auto-organizzare la propria attività, salvo sia diversamente disposto da norme di legge o dal regolamento di contabilità dell’Ente locale.

La corretta organizzazione dell’attività passa attraverso una fase di pianificazione e una fase di programmazione. La prima consente di analizzare le caratteristiche e le peculiarità della realtà da revisionare, definire le linee generali dell’intero processo di revisione e successivamente articolarle in un piano di dettaglio; la seconda consiste nel declinare tali linee generali in base alle aree da revisionare e calendarizzarle in base alle verifiche trimestrali o in base agli altri adempimenti obbligatori per i quali il revisore deve formulare parere.

Il quaderno, a tal fine, propone ai revisori alcuni modelli (verbali e check list) che possono costituire la base per predisporre la documentazione utile a comprovare il lavoro svolto e a ottenere gli elementi probativi, validi e sufficienti, ai fini dell’espressione del proprio giudizio. Si tratta di strumenti operativi che, non avendo rango di principio, non sono vincolanti e possono essere declinati a discrezione del revisore. I modelli sono stati elaborati tenuto conto che il revisore deve fornire evidenza:

  • della modalità di pianificazione e svolgimento della revisione, in conformità ai Principi di vigilanza e controllo ed alle disposizioni di legge e regolamento (e quindi della natura, tempistica ed estensione delle procedure);
  • dei risultati delle procedure di revisione svolte e degli elementi probativi acquisiti a supporto del giudizio;
  • degli aspetti significativi emersi nel corso della revisione, delle conclusioni raggiunte e dei relativi giudizi professionali significativi.

 

QUADERNO 1:
Questionario valutazione del rischio
Approccio metodologico
Campionamento

Significatività preliminare
Verbale di insediamento

 

QUADERNO 2:
Attività contrattuale ed appalti
Bilancio consolidato
Cassa e agenti contabili
Contabilità economica
Debiti fuori bilancio
IRAP
IVA
Organismi partecipati
Piano triennale razionalizzazione spesa
Proventi da sanzioni CdS
Sistema dei controlli interni
Sostituto d’imposta
Spese di rappresentanza
Stato Patrimoniale semplificato D.M. 11112019
Tempestività dei pagamenti
Transazioni consiglio comunale
Utilizzo dei beni di proprietà
Vincoli assunzione e spese di personale e conto annuale
Strumenti operativi
Strategia generale revisione
Verbale verifica ordinaria agenti contabili a denaro
Verbale verifica ordinaria di cassa

Pacchetto per l\'introduzione della Contabilità Economica

Pacchetto per l\'introduzione della Contabilità Economica

Cinzia Farinelli, Federica Vandi, 2020, Maggioli Editore
Tutti i Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti devono adottare la nuova contabilità economico-patrimoniale e quindi redigere il Conto Economico, il Conto del Patrimonio ed il Rendiconto entro il prossimo 31 maggio 2020. Entro i 30 giorni successivi all’approvazione dei documenti...

95,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA