Questo articolo è stato letto 1.051 volte

Ulteriore differimento del termine per l’approvazione del bilanci di previsione

Ulteriore differimento, dal 31 marzo al 30 aprile 2016, del termine per l’approvazione dei bilanci di previsione 2016 da parte dei comuni.

Esclusiva proroga dello stesso termine, dal 31 marzo al 31 luglio 2016, per l’approvazione dei bilanci di previsione 2016 da parte delle Città metropolitane e delle province

La Conferenza Stato-città ed autonomie locali, nella seduta del 18 febbraio 2016, ha espresso parere favorevole sul differimento dal 31 marzo al 30 aprile 2016 del termine per l’approvazione dei bilanci di previsione 2016 da parte degli enti locali, previsto dall’art. 151 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (TUEL).

Esclusivamente per le Città metropolitane e le province lo stesso termine per la deliberazione del bilancio di previsione per l’anno 2016 è invece ulteriormente differito dal 31 marzo 2016 al 31 luglio 2016.

Il Decreto del Ministro dell’interno, d’intesa con il Ministero dell’economia e delle finanze, concernente il predetto differimento dei termini è in corso di predisposizione

 

Gli strumenti di programmazione degli enti locali

Gli strumenti di programmazione degli enti locali

Il volume è suddiviso in capitoli corrispondenti ai sei strumenti della programmazione degli enti locali, individuati nel c.d. principio applicato della programmazione:

› Documento Unico di Programmazione;

› Bilancio di previsione e allegati;

› Piano esecutivo di gestione;

› Piano degli indicatori;

› Variazioni di bilancio;

› Assestamento di bilancio e salvaguardia degli equilibri.

Ogni paragrafo è suddiviso in 3 diverse parti dedicate rispettivamente a: Commento, Schemi e prospetti, Legislazione.

» Acquista Subito

© RIPRODUZIONE RISERVATA