Questo articolo è stato letto 8 volte

Prima riorganizzazione dell’A.N.AC.

Con comunicato del 01/10/2014 l’Autorità Nazionale Anticorruzione rende noto che:

L’Autorità Nazionale Anticorruzione, con la delibera n. 143/2014, ha proceduto ad una prima riorganizzazione volta all’integrazione delle attività, delle risorse e delle competenze a seguito dell’entrata in vigore del decreto legge n. 90/2014 convertito nella legge n. 114/2014 , nelle more del piano di riordino che il Presidente dell’ANAC dovrà presentare al Presidente del Consiglio entro il 31 dicembre di quest’anno.

Questa delibera è stata adottata definitivamente dopo aver trasmesso al personale e alle rappresentanze sindacali lo schema della stessa – approvato il 2 settembre scorso – per acquisire eventuali osservazioni.

L’Autorità persegue l’obiettivo della semplificazione dell’organizzazione, adottando una struttura di carattere orizzontale che prevede la riduzione significativa degli uffici dirigenziali e con un ruolo di coordinamento diretto da parte del Segretario generale. In questa prospettiva, il Segretario generale, entro dieci giorni, presenterà al Consiglio, per la relativa approvazione, una ipotesi di riorganizzazione degli uffici nell’ottica dell’accorpamento e della razionalizzazione delle attività.

Per potere, infatti, svolgere con la massima efficacia la propria azione preventiva nei settori maggiormente esposti al rischio di corruzione, l’Autorità intende utilizzare in modo ottimale le risorse di cui dispone integrando competenze e professionalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA