Questo articolo è stato letto 3 volte

Presidente dell’ANCI interviene sulla TASI.

Con comunicato del 09/01/2013 il Presidente dell’ANCI precisa, a proposito della TASI, che:

“Il delta che separa le aliquote Imu 2013 con quella Tasi 2014 vale circa un miliardo di euro”. E’ quanto affermato dal presidente dell’Anci Piero Fassino intervenuto alla trasmissione radiofonica Baobab su Radio 1. Fassino, intervistato insieme al sottosegretario all’Economia Pierpaolo Baretta, ha quantificato in mille milioni l’ammontare delle risorse che mancano “per garantire ai Comuni per il 2014 le stesse risorse del 2013”. “Il 28 febbraio – ha ribadito il presidente Anci nel suo intervento – ci troveremo a chiudere i bilanci ed è un procedimento questo che deve seguire precise norme di legge. Il problema deve essere risolto in tempi rapidi perché i bilanci non si chiudono la notte del 27 di febbraio. Entro gennaio – ha auspicato il sindaco di Torino – chiediamo si trovino le risorse senza ulteriore aggravio fiscale per le famiglie”.

Sulla nuova tassa unica comunale (la Iuc), Fassino ha anche ricordato come “sulla prima casa si pagherà meno rispetto all’Imu”, tuttavia “pur essendo felici per i cittadini, non possono essere i Comuni a pagare la fattura poiché questa operazione si tradurrebbe in minori servizi proprio per loro”.

Dai microfoni di Radio1 è arrivata poi la promessa del sottosegretario Baretta: “Nell’incontro di stamattina, abbiamo convenuto con l’Anci che c’è un tempo obbligato. Non intendiamo prorogare la chiusura dei bilanci oltre febbraio, perciò entro gennaio ci sarà un ulteriore sforzo per arrivare ad una soluzione”. Un’operazione che per l’esponente del governo  “sarà utile fare insieme ad Anci, magari nell’ambito del fondo di solidarietà comunale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA