Questo articolo è stato letto 232 volte

L’impegno insufficiente per l’incarico del patrocinio legale è debito fuori bilancio

Approfondimento di V. Giannotti

La questione particolarmente complessa ha riguardato la mancata copertura finanziaria di un incarico al legale esterno che non trovi copertura in bilancio essendo il medesimo aleatorio e non predeterminabile. Una possibile interpretazione del giudice di legittimità porterebbe a dire che la copertura finanziaria dovrebbe essere assicurata nell’esercizio di emersione del maggior debito come passività pregressa, interpretazione questa smentita dai principi contabili prevedono un vero e proprio obbligo da parte del professionista di adeguare il suo compenso in base allo sviluppo del contenzioso, pena la formazione di un debito fuori bilancio. Queste sono le recenti indicazioni fornite dalla Corte dei conti del Molise (deliberazione n.35/2021) secondo cui il mancato adeguamento del compenso comporta un debito fuori bilancio con relativo possibile riconoscimento in Consiglio comunale.

I dubbi del Sindaco

Il Sindaco di un comune ha chiesto al Collegio contabile molisano se la disposizione sui debiti fuori bilancio previsti dall’art.191, comma 4, del Tuel a mente del quale “Nel caso in cui vi è stata l’acquisizione di beni e servizi in violazione dell’obbligo indicato nei commi 1, 2 e 3, il rapporto obbligatorio intercorre, ai fini della controprestazione e per la parte non riconoscibile ai sensi dell’articolo 194, comma 1, lettera e), tra il privato fornitore e l’amministratore, funzionario o dipendente che hanno consentito la fornitura” sia applicabile o meno anche alle ipotesi, come le spese per incarichi di patrocinio in giudizio, in cui non sia predeterminabile a priori il compenso.

La regola dell’impegno di spesa

A dire dei magistrati contabili l’acquisto di beni e servizi, da parte degli enti locali, è subordinato all’esaurimento di un iter procedimentale che, muovendo dall’attività di indirizzo e transitando attraverso lo svolgimento delle procedure di scelta della controparte e di destinazione delle risorse disponibili, si conclude con la costituzione del rapporto contrattuale e con i conseguenti atti di impegno delle necessarie risorse finanziarie.

>>>>>>CONTINUA A LEGGERE

 Manuale del ragioniere comunale - Come si applica e come funziona la contabilità dell’ente locale

Manuale del ragioniere comunale - Come si applica e come funziona la contabilità dell’ente locale

Mauro Bellesia , 2021, Maggioli Editore
Il presente manuale, di 1272 pagine, tratta in modo completo ed esaustivo la disciplina dell’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali dal punto di vista di chi lo applica quotidianamente, il Responsabile del servizio finanziario. Norme, regole e adempimenti sono illustrati,...

119,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA