Questo articolo è stato letto 721 volte

Le variazioni di bilancio sono di competenza del Consiglio o della Giunta? Il Commento di V. Giannotti

di V. Giannotti

La Fondazione ANCI aveva a suo tempo pubblicato un prospetto riepilogativo sulle variazioni di bilancio alla luce di quanto previsto dal D.Lgs. n. 118/2011 e delle modifiche introdotte dalla legge di conversione del D.L. n. 113/2016, e ha avuto modo di chiarire come il consiglio comunale, provinciale e metropolitano conservi la competenza anche sulle variazioni di cassa conseguenti a quelle fra dotazioni di missioni e programmi. Va tal fine precisato come l’art.175, comma 5-bis lett.d), a seguito delle modifiche disposte dal d.lgs.118/2011, disponga che spetti all’organo esecutivo con provvedimento amministrativo effettuare le “variazioni delle dotazioni di cassa, salvo quelle previste dal comma 5-quater (ndr di competenza dei dirigenti) , garantendo che il fondo di cassa alla fine dell’esercizio sia non negativo”. L’ANCI a tal fine ripropone una questione di competenza a fronte dell’incertezza della norma al fine di chiarire in via definitiva la competenza alle variazioni di sola cassa demandate al Consiglio.

LA DOMANDA POSTA DALL’ANCI
In sede di riunione del 19/10/2016 della Commissione ACONET, l’ANCI torna sulla problema della competenza sulle variazioni di cassa

Continua a leggere l’articolo

 

Novità editoriale:

quattro_principi_contabili

I quattro principi contabili applicati

di Elisabetta Civetta

Il Pacchetto comprende:
1. Il principio applicato della programmazione, Allegato 4/1 del D.Lgs. 118/2011
2. Il principio applicato della contabilità finanziaria, Allegato 4/2 del D.Lgs. 118/2011
3. Il principio applicato della contabilità economico patrimoniale, Allegato 4/3 del D.Lgs. 118/2011
4. Il principio applicato del bilancio consolidato, Allegato 4/4 del D.Lgs. 118/2011

SCOPRI DI PIU'

© RIPRODUZIONE RISERVATA