Questo articolo è stato letto 35 volte

La revoca dell’aggiudicazione alla luce anche del nuovo codice degli appalti

Approfondimento di V. Giannotti

Una recente sentenza del massimo Consesso amministrativo entra nel merito della legittimità, da parte della PA, ad annullare un provvedimento di aggiudicazione ad una gara pubblica. In altri termini si discute sul corretto esercizio dell’autotutela della PA in caso di una possibile rinnovata istruttoria tecnica che faccia ritenere non più attuale la gara indetta e la sua successiva aggiudicazione. In tale contesto il Tribunale amministrativo di prime cure aveva dato ragione alla PA, giudicando legittima la revoca disposta. Avverso il citato provvedimento propone appello l’impresa aggiudicataria, per far dichiarare l’annullamento dei provvedimenti impugnati, con il conseguente risarcimento, in forma specifica o per equivalente, dei danni subiti per effetto dell’illegittima revoca dell’aggiudicazione originaria.

Continua a leggere l’articolo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA