Questo articolo è stato letto 47 volte

La correlazione tra diritto di accesso agli atti e documenti del procedimento di gara

Approfondimento di V. Giannotti

Particolare interesse assume la recente posizione dei giudici amministrativi chiamati a dirimere il diniego all’accesso agli atti della gara confluiti poi successivamente nell’aggiudicazione e stipula del contratto con l’impresa aggiudicataria. L’impresa non aggiudicataria, a cui era stato negato il diritto di accesso alle fase successiva alla citata gara, avendo Il Comune, nel caso concreto, ha negato l’accesso alla documentazione alla gara all’impresa non aggiudicataria, nella parte relativa alla fase terminale della formazione del contratto e della sua concreta esecuzione, evidenziato a giustificazione la violazione delle disposizioni contenute nel codice dei contratti (ex art.13 d.lgs.163/06), in forza delle quali, secondo consolidata giurisprudenza amministrativa, è stato inibito l’accesso quando chi ha proposto l’istanza sia una società risultata non aggiudicataria e che non abbia impugnato in sede giudiziaria l’aggiudicazione definitiva. A tal riguardo, l’impresa ha impugnato il citato diniego innanzi al TAR, sostenendo che:

  • L’accesso deve essere consentito in quanto le nuove disposizioni di cui al d. lgs. 25 maggio 2016, n. 97, hanno esteso la platea dei soggetti legittimati ad azionare il cd. diritto di accesso civico, escludendo, sotto il profilo qui in rilievo, limitazioni di sorta ovvero l’articolazione di una conferente motivazione;
  • Il riferimento alla documentazione si riferisce non solo ai documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del d. lgs. 14 marzo 2013, n. 33, ma anche con riguardo a qualunque altro dato o documento detenuto da una pubblica amministrazione (art. 5, comma 2, d. Igs. 14 marzo 2013, n. 33, come modificato dall’art. 6, comma 1, del d. Igs. 97/2016).

Continua a leggere l’articolo

 

Novità editoriale:

quattro_principi_contabili

I quattro principi contabili applicati

di Elisabetta Civetta

Il Pacchetto comprende il principio applicato della programmazione, il principio applicato della contabilità finanziaria, il principio applicato della contabilità economico patrimoniale, il principio applicato del bilancio consolidato.

Con l’acquisto del pacchetto ACCESSO GRATUITO all’ area Finanza e Tributi di ENTI.IT fino al 31/12/2016

SCOPRI DI PIU'

© RIPRODUZIONE RISERVATA