Questo articolo è stato letto 86 volte

Imbullonati – Determinazione del saldo del contributo per il ristoro ai comuni della perdita di gettito

Con comunicato del 25/11/2016 il Ministero dell’Interno rende noto che è stato determinato il saldo del contributo per il ristoro ai comuni della perdita di gettito a seguito della rideterminazione delle rendite catastali dei fabbricati appartenenti al gruppo catastale D (art. 1, commi da 21 a 24, della legge 2018 del 2015, c.d. “imbullonati”).

L’articolo 1, comma 24, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) ha previsto un contributo compensativo a favore dei comuni a decorrere dal 2016 per il minore gettito IMU e TASI realizzato in ragione delle modifiche normative recate dai commi da 21 a 23 del medesimo articolo 1.

Con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dell’interno del 29 settembre 2016 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie Generale – n. 241 del 14 ottobre 2016) è stato erogato a favore dei comuni un acconto di tale contributo.

Giovedì 24 u.s. in sede di riunione tecnica nell’ambito della Conferenza Stato-città ed autonomie locali è stata raggiunta l’intesa con l’ANCI sul riparto definitivo delle risorse a ristoro. Pertanto, in attesa della prossima seduta della Conferenza – convocata per mercoledì 30 novembre 2016 – e dell’emanazione del previsto decreto di riparto del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dell’interno, al solo fine di agevolare la gestione finanziaria del corrente esercizio si rendono noti in allegato al presente comunicato i dati relativi ai contributi spettanti ai singoli enti per il 2016.

Si evidenzia che il dato (provvisorio sino alla emanazione del ricordato provvedimento di riparto) tiene conto dell’acconto erogato con il precedente decreto nel 29 settembre 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA