Questo articolo è stato letto 141 volte

Il legittimo recupero delle somme indebite pagate ai dipendenti – Il Commento di V. Giannotti

di V. Giannotti

Una recente sentenza dei giudici amministrativi chiarisce ancora una volta la correlazione tra recupero delle somme indebitamente attribuite ai dipendenti pubblici rispetto a due parametri:
a) il decorso del tempo;
b) la buona fede del percepiente.
I principi del recupero di somme indebite, asseritamente erogate in mancanza del presupposto giuridico, nei confronti dei dipendenti della PA è contenuta nella sentenza n.10882/2016 del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio.

IL FATTO
A fronte di alcune indennità attribuite dalla PA ad alcuni dipendenti e successivamente dichiarate illegittime, con successivo recupero rateale disposto dall’Amministrazione, i dipendenti ricorrono innanzi ai giudici amministrativi segnalando la illegittimità del prelievo disposto dalla P.A. con esclusivo riferimento al fatto che, al momento della ripetizione della somma, il provvedimento di erogazione del beneficio si era concluso già da diversi anni, così che tale procedura retroattiva, asseritamente illegittima, ha comportato un evidente nocumento ai ricorrenti in ragione della buona fede da essi riposta nell’atto in seguito annullato dalla P.A.

Continua a leggere l’articolo

Novità editoriale:

quattro_principi_contabili

I quattro principi contabili applicati

di Elisabetta Civetta

Il Pacchetto comprende:
1. Il principio applicato della programmazione, Allegato 4/1 del D.Lgs. 118/2011
2. Il principio applicato della contabilità finanziaria, Allegato 4/2 del D.Lgs. 118/2011
3. Il principio applicato della contabilità economico patrimoniale, Allegato 4/3 del D.Lgs. 118/2011
4. Il principio applicato del bilancio consolidato, Allegato 4/4 del D.Lgs. 118/2011

SCOPRI DI PIU'

© RIPRODUZIONE RISERVATA