Questo articolo è stato letto 491 volte

Il corretto passaggio alla contabilità armonizzata dei Comuni. I giudici contabili annunciano i casi di riapertura dei consuntivi
Il Commento di V. Giannotti

di V. Giannotti

In considerazione della numerosità da esaminare e, dell’impossibilità di una puntuale verifica per ognuno di essi, i giudici contabili laziali, annunciano le linee guida e le indicazioni metodologiche sui criteri selettivi e di priorità, in base ad indicatori di riferimento relativi ai profili di criticità di maggiore potenziale impatto sugli equilibri di bilancio. In tale ambito, si sono rese necessarie le verifiche da svolgere, da parte della Sezione territoriale, al fine di accertare il corretto avvio dell’armonizzazione e di predisporre strumenti idonei a valutare il passaggio al nuovo regime contabile. In considerazione, tuttavia, del numero consistente di enti da sottoporre a controllo, della molteplicità delle problematiche possibili da rilevare, tenuto conto delle risorse limitate della Sezione di controllo, sono stati individuati alcuni sintomi di criticità e criteri oggettivi di selezione dei soggetti da controllare in via prioritaria, al fine di garantire la neutralità e la trasparenza dell’attività programmata. Sulla base dei dati disponibili del questionario sul rendiconto 2014, dalle delibere di approvazione del riaccertamento straordinario dei residui, con i relativi allegati, e dai questionari sui bilanci di previsione 2015, è possibile stabilire un report di criticità per la successiva analisi selettiva dei Comuni esposti maggiormente a rischio di non corretta applicazione dei principi della contabilità finanziaria potenziata, da cui ne discendono possibili risultati inattendibili sulla reale consistenza del risultato/disavanzo di amministrazione.
I giudici contabili indicano, altresì, i casi di grave irregolarità contabile, la cui conseguenza è quella della riapertura dei conti consuntivi e delle rettifiche che dovessero rendersi necessarie. Trattasi della deliberazione 28/09/2016 n.103, della Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per il Lazio, le cui criticità di rilevazione delle gravi irregolarità contabili sono qui di seguito analizzate.

VERIFICA DEL CORRETTO ACCONTONAMENTO AL FCDE
Secondo il Collegio contabile, il FCDE rappresenta un fondo rischi reso necessario dal fatto che le entrate vanno accertate per l’intero importo del credito, anche se non è certa la riscossione integrale, in tal modo si evita che le entrate di dubbia esigibilità, previste ed accertate nel corso dell’esercizio, possano finanziare spese esigibili nel corso del medesimo esercizio.

Continua a leggere l’articolo

 

Novità editoriale:

quattro_principi_contabili

I quattro principi contabili applicati

di Elisabetta Civetta

Il Pacchetto comprende:
1. Il principio applicato della programmazione, Allegato 4/1 del D.Lgs. 118/2011
2. Il principio applicato della contabilità finanziaria, Allegato 4/2 del D.Lgs. 118/2011
3. Il principio applicato della contabilità economico patrimoniale, Allegato 4/3 del D.Lgs. 118/2011
4. Il principio applicato del bilancio consolidato, Allegato 4/4 del D.Lgs. 118/2011

SCOPRI DI PIU'

© RIPRODUZIONE RISERVATA