Questo articolo è stato letto 106 volte

Il Commento – In assenza del piano della performance l’ente non può conferire incarichi esterni

di V. Giannotti (www.bilancioecontabilita.it 17/11/2015)

Articolato intervento dei giudici contabili sulla legittimità del conferimento di un incarico di studio e sull’obbligo di dotarsi preventivamente di un piano della performance, in assenza del quale l’ente non può conferire incarichi esterni. Trattasi, nel caso di specie, di attività di studio, conferita a soggetto esterno per  l’elaborazione di schemi di atti amministrativi o normativi a vantaggio dell’amministrazione conferente. In questo caso il perimetro delle attività conferite rientra nelle restrizioni legislative per gli incarichi di consulenza o di studio, previste dall’art.7, comma 6,  d.lgs.165/01, soggetta a preventivo parere dei revisori dei conti con obbligo di trasmissione alla Sezione della Corte territoriale di controllo per il controllo successivo in presenza di importi che superino i 5.000 Euro.
I giudici contabili, dopo aver evidenziato che l’incarico conferito non era munito del preventivo parere dell’Organo di revisione dei conti, si soffermano su due altri punti fondamentali: a) la mancata adozione del piano della performance; b) la mancata preventiva verifica della compatibilità del pagamento con gli stanziamenti di bilancio.

Continua a leggere l’articolo

Bilancio e misurazione della performance nelle amministrazioni pubbliche Bilancio e misurazione della performance nelle amministrazioni pubbliche

L’analisi dei sistemi contabili e di misurazione della performance delle aziende pubbliche in questa nuova guida pratica, agile ed esaustiva che fornisce strumenti e logiche per:

I) comprendere specificità e criticità dei processi di programmazione e rendicontazione delle amministrazioni pubbliche,

II) leggerne, analizzarne, interpretarne i relativi documenti (a preventivo e a consuntivo),

III) apprezzarne le recenti evoluzioni.

Il volume confronta i sistemi contabili pubblici tradizionali (contabilità finanziaria) con quelli recentemente introdotti in alcune realtà pubbliche (contabilità economico-patrimoniale, bilancio consolidato) anche secondo le ultime disposizioni di riforma e armonizzazione della contabilità pubblica delineate dalla L. 196/2009 e dal D.Lgs. 118 del 23 giugno 2011 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi) e s.m.i.

 

» Acquista Subito

© RIPRODUZIONE RISERVATA