Questo articolo è stato letto 191 volte

IFEL – FSC 2016 – Accordo sulla determinazione e il riparto

L’accordo sul Fondo di solidarietà comunale del 24 marzo scorso presso la Conferenza Stato-Città consente di rendere nota a tutti i Comuni la quantificazione delle principali risorse provenienti da assegnazioni statali in tempi compatibili con il termine per la deliberazione dei bilanci di previsione che resta fissata al 30 aprile 2016.

Nelle prossime ore verranno pubblicati i dati a cura del MInistero dell’Interno.

Come di consueto, anche l’IFEL pubblicherà a breve uno schema delle risorse 2016, comprensivo della determinazione del FSC, della nuova quota di alimentazione trattenuta dall’IMU, dell’effetto dovuto alla maggiore incidenza della perequazione e dei ristori dei gettiti aboliti attualmente determinati, al fine di facilitare la comprensione di tutte le componenti del FSC 2016 da parte degli amministratori e degli operatori comunali.

Di seguito un riepilogo nazionale delle quantità oggetto dell’accordo.

Riepilogo FSC 2016 e riparti del ristoro gettiti aboliti

(da Accordo Conferenza Stato-Città del 24 marzo 2016) Comuni delle

RSO e Isole

Comuni di

Friuli Venezia Giulia e Valle D’Aosta

Variazione alimentazione (maggior gettito IMU netto 2016) 1.949,1
FSC 2016 2.340,7
Ristori da L.Stab 2016, di cui: 3.757,0 75,2
Tasi abitazione principale (non “di lusso”) 3.446,0 68,5
Terreni condotti direttamente 145,4 3,9
Inquilini Tasi (utilizzo come abitazione principale) 14,2 0,3
Comodati (come definiti al co.10 della L.Stab. 2016) 23,6 0,6
Canoni concordati 63,1 1,9
Fondo per ristoro TASI inferiore al gettito std 64,7
FSC 2016 complessivo 6.097,7

NB: Restano da ripartire, rispetto alle previsioni del co. 17, circa 75 mln. di euro che, come indicato dalla nota metodologica dei riparti in corso di pubblicazione, saranno oggetto di una successiva assegnazione integrativa, al fine di tenere conto sia di riscossioni 2015 intervenute successivamente, sia di eventuali rettifiche volte ad assicurare un più preciso ristoro.

Rimangono da attribuire 155 mln. per gli “imbullonati”, riparto da effettuare sulla base dei dati di revisione delle rendite al 15 giugno 2016 e 390 mln del fondo “IMU-Tasi”, i cui criteri sono però già definiti dalla legge (commi 24 e 20 della Legge di stabilità 2016).

Inoltre, circa 250 mln. di euro, corrispondenti al maggior gettito stimato da terreni montani nel 2014 – 2015 per effetto del diverso regime imponibile definito a seguito dei decreti legge n. 66/2014 e n. 4/2015 non saranno decurtati dal FSC 2016, in virtù del ripristino del regime di esenzione di cui alla Circolare Ministero delle Finanze n.9 del 1993 (comma 13 della Legge di stabilità 2016).

Come si redige il Documento unico di programmazione (DUP) Versione ordinaria e semplificata Gli strumenti di programmazione degli enti locali

di Elisabetta Civetta

Nato come strumento di supporto per il responsabile del servizio finanziario degli enti locali nella redazione/revisione degli atti amministrativi, che generalmente vengono adottati nella predisposizione e gestione del bilancio di previsione, questo nuovo volume è suddiviso in capitoli corrispondenti ai sei strumenti della programmazione degli enti locali, individuati nel c.d. principio applicato della programmazione:
› Documento Unico di Programmazione;
› Bilancio di previsione e allegati;
› Piano esecutivo di gestione;
› Piano degli indicatori;
› Variazioni di bilancio;
› Assestamento di bilancio e salvaguardia degli equilibri.

Ogni paragrafo è suddiviso in 3 diverse parti dedicate rispettivamente a: Commento, Schemi e prospetti, Legislazione.

» Acquista Subito

© RIPRODUZIONE RISERVATA