Questo articolo è stato letto 2 volte

Federalismo demaniale. Scade il 30 novembre 2013 il termine per l’acquisizione gratuita dei beni demaniali.

Con comunicato dell’ANCI del 19/11/2013 si rende noto che:

Il 30 Novembre 2013 e’ il termine ultimo entro cui i Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni, che intendono acquisire a titolo non oneroso la proprietà di beni statali, possono presentare la richiesta all’Agenzia del Demanio. Per tale ragione l’ANCI ricorda che la richiesta, firmata dal legale rappresentante dell’ente, deve essere presentata, unicamente con procedura informatica e con le modalità tecniche definite a cura dell’Agenzia medesima. L’Agenzia del Demanio ha predisposto, sul proprio portale, un applicativo destinato agli Enti territoriali per la compilazione informatizzata e per la ricezione delle richieste di trasferimento (www.agenziademanio.it/opencms/it/valorizzazioni-patrimonio/federalismoDemaniale/index.html).

Nel sottolineare che non esistono liste di beni da cui attingere e che l’elenco dei beni indicati dall’Agenzia in questo applicativo non e’ esaustivo, l’ANCI evidenzia che l’Ente può richiedere anche beni non presegnalati e appartenenti al Ministero della Difesa.

L’ANCI segnala inoltre che la richiesta di trasferimento non implica automaticamente l’accettazione del bene e che l’Ente che ne ha fatto richiesta ha il tempo per effettuare tutte le verifiche del caso ed eventualmente ravvedersi.

I beni trasferiti entrano a far parte del patrimonio disponibile dell’Ente che ne ha fatto richiesta e possono essere valorizzati senza alcun vincolo. E’ possibile quindi anche alienarli, nel qual caso si deve devolvere il 25% dell’introito al Fondo ammortamento Titoli di Stato mentre la restante parte deve essere destinata alla copertura dei debiti dell’Ente territoriale e solo per la parte eccedente si può utilizzare per gli eventuali investimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA