Questo articolo è stato letto 1 volte

Dl Irpef – Senato, disco verde in Commissione rinvio Tasi al 16 ottobre per ritardatari

Con comunicato del 04/06/2014 l’ANCI rende noto che:

Via libera dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato al rinvio del pagamento della Tasi al 16 ottobre nei Comuni che non hanno ancora deliberato l’aliquota, solo per il 2014. Le delibere devono essere pubblicate entro il 18 settembre e i comuni devono a inviare le deliberazioni, esclusivamente in via telematica, entro il 10 settembre. Il testo, che prevede anche l’allargamento del bonus alle famiglie con la legge di stabilità, torna adesso in Aula.

Questo, in sintesi il nuovo regime derogatorio per il 2014: i contribuenti pagheranno la prima rata del nuovo tributo, entro il 16 giugno 2014, sulla base delle deliberazioni di approvazione delle aliquote e delle detrazioni pubblicate nel sito informatico del Mef, alla data del 31 maggio 2014, con obbligo, quindi, per i comuni di inviare dette deliberazioni entro il 23 maggio 2014.

Nel caso di mancato invio delle deliberazioni entro il 23 maggio 2014, il versamento della prima rata della Tasi viene appunto rinviato al 16 ottobre 2014 sulla base delle deliberazioni che dovranno essere pubblicate sullo stesso sito entro il 18 settembre 2014, con obbligo per i comuni di invio entro il 10 settembre 2014.

Novità anche per il Fondo di solidarietà comunale: il testo approvato prevede che entro il 20 giugno debbano essere erogate ai comuni ‘ritardatari’ risorse, a valere sul Fondo di solidarietà comunale, corrispondenti al 50% del gettito annuo della Tasi stimato ad aliquota di base. Entro il 10 giugno il Mef dovrà inoltre emanare un decreto indicando, per ciascuno dei comuni che pagheranno la prima rata a ottobre, gli importi da erogare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA