Questo articolo è stato letto 3 volte

Delega fiscale: fatturazione elettronica tra privati in arrivo

Con comunicato del 22/04/2015 la CGIA di Mestre rende noto che:

Approvati dal Consiglio dei Ministri alcuni decreti legislativi di attuazione della delega fiscale.

Tra questi anche  il decreto per l’utilizzo della fatturazione elettronica tra i privati a partire dal 1° gennaio 2017: l’utilizzo della fatturazione elettronica con la relativa trasmissione dei documenti all’Agenzia delle Entrate non sarà obbligatoria, spetterà al contribuente la libera scelta; in questo caso l’utilizzo della fattura digitale sarà vincolato per quindici anni. Tra i vantaggi maggiori, specialmente per i soggetti di maggiori dimensioni, la forte riduzione dei tempi di rimborso dell’IVA che potrà essere erogato entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione IVA annuale.

Le altre novità previste:

  • l’individuazione dell’abuso del diritto solamente per esclusione, ovvero quando il contribuente ricavi un vantaggio fiscale illegittimo e non ascrivibile all’evasione;
  • se la notizia di reato non è stata presentata entro il termine ordinario di decadenza, non opera il raddoppio dei termini per l’accertamento fiscale;
  • l’introduzione del valore normale quale punto di riferimento per il riconoscimento del valore delle attività e passività trasferite dalle aziende estere in Italia
  • la deducibilità dei costi da fornitori black list, se di importo contenuto entro il valore normale.

 

Dalla fattura elettronica allo Split Payment Dalla fattura elettronica allo Split Payment

Dall’entrata in vigore del Registro unico delle fatture, nel luglio scorso, sono stati introdotti nuovi adempimenti quali la Fattura elettronica, la Scissione dei pagamenti (Split Payment) e l’Inversione contabile (Reverse Charge), che hanno provocato innumerevoli dubbi, da risolvere necessariamente tramite la corretta interpretazione del quadro normativo vigente.La Fattura elettronica ha visto introdurre l’obbligatorietà, ove non si rientri nei casi di esclusione, dell’indicazione del Cig sulla stessa, il che ha reso nuovamente attuale la problematica della gestione degli obblighi di tracciabilità degli appalti pubblici, correlata, da sempre, alla verifica della regolarità contributiva

Completano il volume gli schemi di Regolamento per la gestione della Fattura elettronica e il facsimile della lettera ai fornitori.

» Acquista Subito

© RIPRODUZIONE RISERVATA