Questo articolo è stato letto 100 volte

Corso-on line: gli equilibri di bilancio e le novità della legge di conversione del Decreto Rilancio

videocorso

La scadenza del 31 luglio per la deliberazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio (art. 193 del TUEL) è stata prorogata al 30 settembre dalla legge di conversione del Decreto Rilancio (D.L. n. 34/2020).

Come noto, con periodicità stabilita dal regolamento di contabilità, e comunque almeno una volta entro il 31 luglio di ciascun anno, i Consigli degli Enti devono dare atto del permanere degli equilibri generali di bilancio o, in caso di accertamento negativo, ad adottare, contestualmente:

a)      le misure necessarie a ripristinare il pareggio qualora i dati della gestione finanziaria facciano prevedere un disavanzo, di gestione o di amministrazione, per squilibrio della gestione di competenza, di cassa ovvero della gestione dei residui;

b)      i provvedimenti per il ripiano degli eventuali debiti di cui all’art. 194;

c)       le iniziative necessarie ad adeguare il Fondo crediti di dubbia esigibilità accantonato nel risultato di amministrazione in caso di gravi squilibri riguardanti la gestione dei residui.

L’emergenza Covid-19 ha posto in carico ai Comuni maggiori oneri, oltre ad un’inevitabile contrazione delle entrate sia in termini di competenza che di cassa.

La verifica degli equilibri non potrà esimersi da un’attenta valutazione dell’impatto dei provvedimenti via via presi dal legislatore per questa emergenza, calati nella realtà operativa di ciascun Ente.

Compatibilmente con il tempo a disposizione, la parte finale della videoconferenza sarà dedicata alle risposte ai quesiti più significativi pervenuti.

Gli equilibri di bilancio e le novità della legge di conversione del Decreto Rilancio.Corso on line in diretta a cura di Marco Castellani – Mercoledì 2 settembre 2020 ore 10.00-12.00.

Scarica il programma

© RIPRODUZIONE RISERVATA