Questo articolo è stato letto 26 volte

Consulta, confermato l’obbligo di motivazione per il mancato ricorso al mercato delle società in house

money-2696228_1920

La Corte costituzionale (sentenza 27 maggio 2020, n. 100) ha escluso il vizio di eccesso di delega e la violazione del divieto di gold plating – considerato principio di estrazione non unionale – nella previsione, contenuta nell’art. 192, comma 2, Codice dei contratti pubblici, circa l’obbligo di motivazione sulle ragioni del mancato ricorso al mercato nell’ambito degli affidamenti in house.

Il rispetto dei principi di concorrenza, pubblicità e trasparenza, la discrezionalità legislativa, il quadro normativo eurounitario e la continuità con la legislazione nazionale precedente, le direttrici entro le quali la Corte è giunta alla conclusione della necessità della motivazione per scelte che hanno effetti sul mercato delle pubbliche commesse.

I Tributi Locali nel 2020

I Tributi Locali nel 2020

Cristina Carpenedo, 2020, Maggioli Editore
I tributi locali nell’anno 2020 sono interessati da diversi interventi normativi destinati a scrivere una nuova importante pagina di storia della fiscalità locale. Sul fronte dei tributi immobiliari si concretizza la semplificazione fiscale mediante l’abolizione della TASI a favore di una...

74,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA