Questo articolo è stato letto 8 volte

Consiglio di Stato e patto di stabilità

Il Consiglio di Stato, nell’ordinanza dell’Adunanza plenaria 2 aprile 2013, n. 6, ha affermato che ai sensi dell’art. 12 del codice del processo amministrativo, è competente il TAR per il Lazio a conoscere del ricorso proposto da un comune avverso il provvedimento con cui il Ministero dell’Interno irroga le sanzioni previste dall’art. 7 del D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 149, per la ravvisata violazione degli obblighi derivanti dal c.d. patto di stabilità, poiché il medesimo atto determina effetti diretti sia sul complessivo equilibrio finanziario dello Stato che sulle finanze dei comuni “virtuosi”, che sono incrementate a seguito della conseguente riduzione dei trasferimenti delle risorse statali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA