Questo articolo è stato letto 1 volte

Avvicendamento al vertice dell’Autorità anticorruzione.

Con comunicato del 23/04/2014 il Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, Marianna Madia, ha ricevuto il Presidente e i componenti uscenti della Commissione indipendente per la valutazione, l’integrità e la trasparenza – Civit (ora Autorità nazionale anticorruzione – Anac), Prof.ssa Romilda Rizzo, Cons. Antonio Martone e Prof. Alessandro Natalini.

Questi ultimi le hanno rappresentato di aver continuato a operare, per assicurare il funzionamento dell’istituzione, anche a seguito dell’entrata in vigore delle disposizioni del decreto-legge n. 101 del 2013, che hanno modificato la composizione dell’istituzione stessa e previsto che essi rimanessero in carica fino alla nomina del nuovo Presidente e dei nuovi componenti. A seguito della nomina del nuovo Presidente, Cons. Raffaele Cantone, il Presidente e i componenti uscenti hanno ritenuto opportuno, per evitare il protrarsi di una situazione di incertezza, mettere a disposizione il loro mandato. Essi hanno altresì annunciato al Ministro l’elaborazione di una relazione sul lavoro svolto e sulle attività in corso presso l’Autorità, che sarà pubblicata sul sito istituzionale e dell’Autorità stessa.

Il Ministro ha preso atto della decisione della Prof.ssa Rizzo, del Cons. Martone e del Prof. Natalini e li ha ringraziati della sensibilità istituzionale dimostrata, rilevando che le loro dimissioni consentono di superare una situazione di incertezza e agevolano l’immediato insediamento del nuovo Presidente. Ha altresì espresso vivo apprezzamento per il lavoro svolto dai componenti uscenti dell’Autorità e per la relazione. Ha inoltre sottolineato il prezioso impegno profuso dal personale dell’Autorità, in un contesto spesso difficile.

Successivamente, alla presenza del Ministro, la Prof.ssa Rizzo ha incontrato il Cons. Cantone per il passaggio delle consegne. Il Cons. Cantone ha a sua volta ringraziato la Presidente e i componenti uscenti della disponibilità dimostrata e del lavoro svolto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA