Questo articolo è stato letto 122 volte

ARCONET. I tre punti discussi nella riunione del 18/01/2017

La Commissione ARCONET pubblica i risultati della riunione del 18/01/2017.

  1. Richiesta dalla Cassa Depositi e Prestiti concernente le modalità di contabilizzazione di un nuovo prestito.

Il dottor Marzulli della CDP, presenta il nuovo prestito, denominato “Prestito investimento fondi europei”, destinato ad agevolare l’utilizzo. da parte degli enti locali, dei fondi europei stanziati per il ciclo 2014 – 2020, riguardanti progetti di investimenti eleggibili all’utilizzo di tali fondi, la cui documentazione è stata anticipata ai componenti della Commissione in occasione della convocazione. Prima di avviare l’esame delle modalità di contabilizzazione del prestito, la Commissione ritiene opportuno individuare il quadro giuridico in cui opera il finanziamento, in particolare con riferimento alle norme del TUEL, e la convenienza degli enti locali alla eventuale adesione al nuovo prodotto che la CDP intende offrire. La Commissione riconosce che il prestito risulta conveniente agli enti che si trovano in un periodo di scarsa liquidità e nei casi in cui il rimborso della UE tramite le Regioni risulta non di breve termine. La Commissione osserva inoltre che, a seguito dell’adesione al prestito CDP, l’investimento avrebbe una doppia copertura, costituita dal contributo UE e dal finanziamento CDP. Pertanto è necessario individuare chiaramente le modalità di contabilizzazione dell’operazione di finanziamento, per evitare di raddoppiare la capacità di spesa dell’ente. In particolare, la Commissione osserva che, il finanziamento della CDP è destinato alla copertura dell’investimento, mentre il contributo UE è destinato al rimborso anticipato del finanziamento della CDP. La Commissione chiede al dottor Mangogna, rappresentante dell’IGRUE, se tale operazione finanziaria possa trovare ostacoli nelle normative UE in materia di erogazione dei fondi UE. Il dottor Mangogna conforta la Commissione ARCONET affermando che per la Commissione Europea gli strumenti finanziari che accelerano la disponibilità liquida degli enti sono considerati favorevolmente in quanto favoriscono il procedimento di spesa senza limitare l’autonomia decisionale, in merito, degli stati membri. La Commissione europea ha prioritariamente l’obiettivo primario di far utilizzare al massimo i fondi comunitari disponibili e il più velocemente possibile. La Commissione Arconet prende atto della rassicurazione fornita ed invita il dr. Marzulli ad un approfondimento del quadro giuridico in cui il prestito è destinato ad operare, in particolare con riferimento all norme del TUEL. Rinvia pertanto l’esame delle modalità di contabilizzazione del finanziamento alla prossima riunione.

  1. Revisione del principio contabile riguardante i fondi UE

Al fine di verificare la necessità di procedere ad una revisione del principio contabile riguardante la registrazione tra “le operazioni per conto terzi e le partite di giro” delle attività svolte dalle Regioni come “Autorità di certificazione”, la Commissione condivide la decisione di effettuare un esame approfondito di tali spese, attraverso la predisposizione di un elenco analitico che individui con precisione i casi di assenza di discrezionalità.

I rappresentanti delle Regioni si impegnano a predisporre l’elenco ed a presentarlo alla Commissione, eventualmente previo approfondimenti con il dr. Mangogna, che, al riguardo, garantisce la propria disponibilità.

I rappresentanti delle Regioni segnalano la necessità di operare con la massima tempestività possibile. La Commissione condivide tale esigenza, in quanto, avendo sospeso l’applicazione del principio in esame, la conclusione degli approfondimenti e la decisione finale deve avvenire in tempi molto brevi per consentirne il recepimento nel prossimo decreto di aggiornamento degli allegati al d.lgs. n. 118 del 2011 e l’applicazione da parte delle Regioni.

La Commissione decide di rinviare l’esame nei termini indicati.

  1. Proposta FAQ e esempio per la compilazione del prospetto delle variazioni di bilancio per il tesoriere (allegato 8)

La Commissione avvia l’esame della proposta di FAQ riguardante il prospetto delle variazioni di bilancio per il Tesoriere ed accoglie le proposte di integrazione presentate dal rappresentante ABI.

I rappresentanti del Ministero dell’Interno sottolineano la necessità di apportare ulteriori correzioni alla proposta di risposta della FAQ in esame previo approfondimento.

La Commissione pertanto decide di rinviare alla prossima riunione l’approvazione della FAQ in esame.

  1. Proposta di modifica del principio applicato del bilancio consolidato.

La Commissione, per mancanza di tempo, decide di rinviare l’esame del punto 4 all’ordine del giorno.

Prima di chiudere i lavori, viene presentato alla Commissione il quesito del comune di Perugia relativo alla convenzione “CONSIP Luce3”, trasmesso con la convocazione della riunione.

La definizione delle modalità di contabilizzazione dell’operazione sono rinviate alla prossima riunione.

La Commissione decide che la prossima riunione si terrà il giorno 1 febbraio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA