Questo articolo è stato letto 1 volte

730 PRECOMPILATO. Via libera definitivo dal Consiglio dei ministri. Arriverà nel 2015

Con comunicato del 03/11/2014 la CGIA di Mestre rende noto che:

Il Consiglio dei Ministri di giovedì 30 ottobre ha dato il via libera, in forma definitiva, al 730 precompilato. Il provvedimento riguarderà circa 20 milioni di contribuenti e diventerà pienamente operativo dal 2015, per l’anno di imposta 2014.

L’Agenzia delle Entrate si occuperà di produrre i moduli inserendo i dati contenuti nell’anagrafe tributaria (quali i parenti a carico, gli immobili e i terreni posseduti e i dati anagrafici), quelli trasmessi da soggetti terzi (come banche, assicurazione, enti previdenziali ed intermediari finanziari), nonché quelli comunicati dai sostituti d’imposta (che dovranno comunicare i redditi da lavoro e le trattenute, rischiando di incappare in sanzioni da 100 euro laddove lo facciano in ritardo).

Il cittadino potrà accettare il documento come è stato redatto dall’amministrazione finanziaria, o decidere di modificarlo; potrà effettuare questa operazione da solo, o avvalendosi dei servizi di Caf, commercialisti e professionisti abilitati.

L’Agenzia delle Entrate dovrà mettere a disposizione il nuovo modello, online, entro il 15 aprile; va da sé che, dati i temi estremamente ridotti, il Fisco sarà obbligato – come ha più volte ricordato il direttore delle Entrate, Rossella Orlandi ad un tour de force. Dal 2016, il modello includerà anche le spese sanitarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA