Questo articolo è stato letto 32 volte

Il Commento – L’assestamento di bilancio. L’accertamento delle entrate tributarie

di V. Giannotti (www.bilancioecontabilita.it 16/11/2015)

I responsabili dei servizi finanziari sono alle prese con le procedure di assestamento del bilancio di previsione 2015, la cui scadenza è prevista per il 30 novembre 2015. Lo scopo di questo articolo è quello di evidenziare alcune criticità, anche alla luce degli ultimi interventi della Commissione ARCONET. In considerazione della rilevanza delle entrate, i responsabili dei servizi avranno cura di effettuare e/o confermare l’accertamento delle entrate previste nel bilancio di previsione. Secondo i principi contabili l’accertamento costituisce la fase dell’entrata con la quale si perfeziona un diritto di credito relativo ad una riscossione da realizzare e si imputa contabilmente all’esercizio finanziario nel quale il diritto di credito viene a scadenza. Al solo fine di ricordare all’operatore, l’accertamento presuppone idonea documentazione, attraverso la quale sono verificati e attestati dal soggetto cui è affidata la gestione della relativa entrata, i seguenti requisiti:
(a) la ragione del credito che da luogo a obbligazione attiva;
(b) il titolo giuridico che supporta il credito;
(c) l’individuazione del soggetto debitore;
(d) l’ammontare del credito;
(e) la relativa scadenza.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA