Questo articolo è stato letto 23 volte

Bilanci 2011 – Applicazione avanzo presunto

La Corte dei conti Lombardia (parere n. 133 del 16 marzo 2011), in risposta ad un comune  che si trova in difficoltà nell’operare il taglio delle entrate da contributi statali a seguito dello sforamento del patto, affronta la questione se sia ammissibile in sede di preventivo applicare l’avanzo presunto 2010. Il via libero, affermano i giudici contabili, è concesso, in casi eccezionali; a condizione però che: si tratti di avanzo libero e non vincolato, l’ avanzo sia effettivo e risultante a seguito di una completa e precisa verifica della sussistenza di residui attivi e che sia stata già adottata la delibera di Giunta di approvazione della proposta di rendiconto da sottoporre al Consiglio dalla quale risulti l’esistenza dell’avanzo e l’organo di revisione si sia espresso in modo positivo sull’esistenza del risultato finale positivo.