Questo articolo è stato letto 4 volte

Procedura transitoria per la piattaforma elettronica

Con comunicato del 08/05/2013 il Ministero dell’economia e delle finanze ha emesso specifico comunicato a tutte le amministrazioni pubbliche per tutti quegli enti ai quali siano richieste le certificazioni sulla piattaforma elettronica dei propri crediti. Al fine di evitare disguidi e garantire al tempo stesso le certificazione dei crediti da parte delle PA, il MEF ha attivato un portale transitorio a cui è possibile accedere direttamente per tutti gli Enti che risultano accreditati a tale piattaforma.

Procedura transitoria per le anticipazioni e cessioni dei crediti certificati

La piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti è entrata in funzione nel mese di ottobre 2012.
Ad essa accedono le Amministrazioni, i titolari dei crediti e gli agenti per la riscossione.

Si comunica che, in considerazione dei tempi necessari alle banche ed agli intermediari finanziari per realizzare le connessioni telematiche con la piattaforma, è stata predisposta ed è in esercizio una procedura transitoria per consentire di smobilizzare i crediti certificati nelle more dell’entrata in esercizio dei predetti collegamenti.
Attraverso tale procedura, i titolari dei crediti e le amministrazioni e gli enti pubblici, già abilitati ad operare sulla piattaforma, possono compiere le attività necessarie per trascrivere sul sistema le operazioni di anticipazione e cessione del credito.

Le guide operative per gli utenti sono disponibili sull’homepage della piattaforma, raggiungibile all’indirizzo http://certificazionecrediti.mef.gov.it/CertificazioneCredito/home.xhtml

Si precisa che le operazioni di dismissione dei debiti della PA previste dal Decreto Legge 8 aprile 2013, n. 35 non pregiudicano la procedura di certificazione dei crediti ed il successivo smobilizzo presso il sistema finanziario o l’eventuale compensazione presso gli agenti della riscossione.