Questo articolo è stato letto 1 volte

Incarichi professionali

Nel caso in cui il Comune abbia indetto una procedura di selezione per affidare l’incarico di redazione del nuovo strumento urbanistico e non abbia fissato, nella lettera di invito, alcun criterio per l’attribuzione dei punteggi se non quello, assai generico, della verifica delle esperienze professionali pregresse attraverso i curricula e dell’offerta economica, è legittimo l’annullamento in autotutela dell’intera procedura: solo nel caso in cui l’aggiudicazione sia effettuata in base a criteri oggettivi e vincolati, è sufficiente rinnovare la fase di valutazione delle offerte mentre, nel caso di aggiudicazione basata su apprezzamenti discrezionali, è necessario rinnovare l’intero procedimento di gara, a partire dalla stessa fase della presentazione delle offerte.

TAR Lombardia-Milano, sez. I, sentenza del 16 giugno 2010, n. 1853