Questo articolo è stato letto 172 volte

I controlli previsti dalla Sezione Autonomie nel 2018. Particolare enfasi ai piani di razionalizzazione delle partecipate

Approfondimento di V. Giannotti

accertamento

Anche nell’anno 2018 la Corte dei conti, Sezione delle Autonomie, con la deliberazione 29/01/2018 n. 1 ha dettato le linee guida, alle Corti regionali sui programmi di controllo dei conti per l’esercizio 2017 nei confronti degli enti locali al fine del rispetto degli equilibri di bilancio e dei saldi di finanza pubblica derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea. La Sezione delle Autonomie soffermandosi sul quadro legislativo di riferimento, individua alcune criticità nelle attività di controllo sugli enti locali, precisando in modo particolare la rilevanza del fenomeno dell’emersione dei debiti fuori bilancio, del rinvio da parte del legislatore delle regole di piena attuazione della riforma dei sistemi armonizzati, del corretto funzionamento dei controlli interni e delle partecipazioni azionarie detenute.

Il quadro normativo di riferimento

La legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205) con l’intento principale di sostenere gli investimenti degli enti locali, i quali hanno subito un’importante contrazione in questi ultimi anni, è intervenuta offrendo diverse opportunità…

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA