Questo articolo è stato letto 17 volte

CORTE DEI CONTI – Obbligo di trasmissione telematica del rendiconto 2010

Le Amministrazioni provinciali ed i Comuni, debbono inviare alla Sezione delle Autonomie, mediante trasmissione telematica in formato elettronico XML secondo le modalità previste dal decreto del Ministro dell’Interno di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze 24 giugno 2004, modificato con D.M. 9 maggio 2006, e le indicazioni operative reperibili nel sito web www.corteconti.it. Il rendiconto dell’esercizio 2010, composto dal conto del bilancio, dal conto del patrimonio e dal conto economico, il prospetto di conciliazione e gli altri prospetti riepilogativi nonché i quadri previsti dal D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194, dal 1° giugno al 9 settembre 2011. Inoltre le Amministrazioni provinciali e comunali, i cui rendiconti chiudono in disavanzo di amministrazione, devono, trasmettere alla Sezione delle Autonomie (in Roma, via Antonio Baiamonti n. 25, c.a.p. 00195) in forma cartacea:

a) la deliberazione consiliare di approvazione del rendiconto 2010;

b) la deliberazione consiliare sugli equilibri di bilancio adottata, nell’anno 2010, ai sensi dell’art. 193 del d. lgs. n. 267 del 2000;

c) la relazione dell’organo di revisione economico-finanziaria di cui all’art. 239, co. 1, lettera d), del decreto legislativo n. 267 del 2000; “

d) la relazione illustrativa della Giunta redatta ai sensi dell’art. 151, co. 6, del citato d. Igs. n. 267 del 2000;

e) l’elenco dei residui attivi e passivi distinti per titoli e per esercizi di provenienza;

f) il quadro dei servizi gestiti in economia.

Deliberazione n. 1/2011 Sezione Autonomie della Corte dei conti