Questo articolo è stato letto 4 volte

Sanzioni scontate

 di Stefano Manzelli
 
Tra pochi giorni scatterà la riduzione inattesa dell’importo di alcune sanzioni stradali. Per esempio il minorenne in motorino con un altro passeggero a bordo pagherà 38 euro al posto di 41 e chi guiderà con la patente scaduta sarà soggetto a una multa di 155 euro al posto degli attuali 168. È questo l’effetto non considerato derivante dell’entrata a regime delle disposizioni sulla patente europea introdotta in Italia con il dlgs n. 59 del 18 aprile 2011 che riforma molti punti del codice stradale. Dopo l’aumento di capodanno delle multe stradali e delle spese di spedizione postale arriva dunque una notizia in controtendenza per gli automobilisti da reperire nelle pieghe della riforma della patente europea. Per dare attuazione alle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE, in forza della delega contenuta nella legge comunitaria n. 88 del 7 luglio 2009, è stato approvato il dlgs 59/2011 che entrerà in vigore definitivamente il 19 gennaio 2013 (anche con le ulteriori recenti modifiche in corso di pubblicazione in Gazzetta). Fra le novità previste sono incluse anche quelle relative alla variazione degli importi di alcune specifiche sanzioni stradali che in alcuni casi risultano subire un’inaspettata riduzione. La causa è squisitamente tecnica. Il testo del decreto legislativo 59/2011 è stato infatti predisposto nel 2010 facendo riferimento agli importi delle sanzioni stradali allora vigenti. Con l’entrata a regime, dunque, dal 19 gennaio 2013, alcune sanzioni amministrative pecuniarie subiranno di fatto un ribasso, riallineandosi agli importi del 2010, senza tenere conto dei consueti adeguamenti biennali nel frattempo intervenuti il 1° gennaio 2011 (con il decreto ministeriale del 22 dicembre 2010 del 2,4%) e il 1° gennaio 2013 (con il decreto ministeriale del 19 dicembre 2012 del 5,4%). Pertanto, dal 19 gennaio 2013, per chi non rispetterà per esempio l’età minima di 21 anni per guidare veicoli per i quali è richiesto un certificato di abilitazione professionale di tipo KA o KB o veicoli che circolano in servizio di emergenza, la sanzione scenderà da 168 a 155 euro. Il minorenne con patente AM, A1 o B che trasporterà altre persone sul ciclomotore dovrà invece pagare 38 anziché 41 euro. Diminuirà poi da 419 a 389 euro la multa per l’incauto affidamento di veicolo a persona senza patente o altra abilitazione. Passerà da 84 a 78 euro la multa per chi guiderà un veicolo diverso con patente speciale A, B, C o D. Sanzione di 155 anziché 168 euro per il conducente in possesso di patente o altra autorizzazione alla guida scaduta. Infine importo in diminuzione da 84 a 78 euro anche per le patenti straniere non accompagnate da traduzione.

©Riproduzione riservata

Fonte: Italia Oggi