Questo articolo è stato letto 3 volte

Parere dell’AGCM in merito al contributo a residenti per la mancata metanizzazione

Non è distorsivo della concorrenza il contributo riconosciuto ad alcuni residenti per la mancata metanizzazione di un’area del territorio comunale.

E’ quanto emerge dal parere dell’AGCM AS788.

Pur potendosi configurare in astratto come aiuti di Stato – in quanto erogato da un ente pubblico e contraddistinto dal carattere della selettività, beneficandone infatti unicamente le imprese localizzate in una particolare area geografica, in concorrenza con imprese analoghe attive sullo stesso mercato geografico – tenuto conto dell’ammontare assolutamente marginale del contributo (al di sotto della soglia minima pari a 200.000 euro per singola impresa nell’arco di tre esercizi finanziari, ex articolo 2 del Regolamento n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006), della natura compensativa, dell’esiguità del numero delle utenze coinvolte, del limitato periodo di erogazione previsto, la misura non è distorsiva della concorrenza.