Questo articolo è stato letto 2 volte

L’Anci chiede al governo la proroga dei bilanci al 30/09/2013.

Con comunicato del 29/05/2013 il Presidente f.f. dell’ANCI chiede al Ministro dell’Interno ed al Ministro dell’Economia di “Prorogare al 30 settembre prossimo il termine per la presentazione dei bilanci di previsione 2013’’. Il Presidente f.f. effettua le seguenti considerazioni:

’In Considerazione del quadro ancora incompleto e confuso della finanza locale, con persistenti incertezze in tema di entrate siamo costretti a richiedere una proroga del termine per la predisposizione dei bilanci di previsione. Una richiesta che speriamo possa coinvolgere al più presto il Parlamento, per garantirne la rapida approvazione, anche in sede di conversione del Dl 35. Una proroga che non avremmo voluto avanzare se non vi fossimo stati costretti dalla mancanza di ogni certezza, a tutt’oggi, in tema di entrate comunali’’.

L’incertezza per i Comuni, a cui si riferisce l’ANCI, deriva essenzialmente dalla recente emanazione del DECRETO-LEGGE 21 maggio 2013, n. 54 “Interventi urgenti in tema di sospensione dell’imposta municipale propria…” che ha sospeso il pagamento della prima rata dell’IMU, per le abitazioni principali, fino al 16/09/2013 in caso di mancata adozione della riforma, entro la data del 31 agosto 2013, della   disciplina dell’imposizione fiscale sul patrimonio immobiliare, ivi compresa la disciplina del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. In altri termini sia se la riforma non viene applicata sia che la stessa sia applicata entro il 31/08/2013, la data di proroga richiesta al 30/09/2013 dall’ANCI permetterà ai comuni di avere precisa contezza delle proprie entrate e quindi di redigere un bilancio veritiero.