Questo articolo è stato letto 0 volte

Il Presidente dell’ANCI chiede al Governo che non vengano operati ulteriori tagli a trasferimenti ai comuni.

Il Presidente dell’ANCI con un comunicato, inserito nel sito istituzionale in data 09/10/2013, rende noto che:

’Il Governo elimini dal Decreto legge che esaminerà questa sera la sospensione della riduzione del Patto di Stabilità di 500 milioni per il 2013, proroghi al 30 dicembre il termine per la restituzione delle anticipazioni di tesoreria e renda facoltativa l’adozione della delibera per il riequilibrio dei bilanci. Diciamo poi fermamente no a una legge di stabilità che imponga ulteriori tagli nei trasferimenti 2014 ai Comuni’’.

Lo ha affermato il Presidente dell’ANCI Piero Fassino di fronte a fonti ministeriali che lasciano intendere la volontà del Ministero dell’Economia di penalizzare ulteriormente i Comuni italiani.

‘’Dopo dieci anni di continui tagli – ha aggiunto Fassino – gli Enti locali italiani non sono più in grado di sostenere ulteriori riduzioni delle loro risorse. Ci aspettiamo che la legge di stabilità onori l’impegno, assunto dal Presidente del Consiglio e dal Governo, ad evitare nuovi tagli e ad aprire invece una nuova stagione nei rapporti tra Stato e Comuni’’

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA