Questo articolo è stato letto 4 volte

Condizioni da rispettare per i trasferimenti per mobilità

Lombardia  14 febbraio 2011 – Delibera/79/2011/PAR

La mobilità intercompartimentale è ammessa, in linea di principio, per enti sottoposti a discipline limitative qualora non generi variazione nella spesa. Affinché l’operazione sia neutrale deve intervenire tra enti che rispettano il patto di stabilità e gli obiettivi legislativi di riduzione della spesa. Qualora si verifichino tutte le condizioni i trasferimenti per mobilità possono derogare ai vincoli normativamente previsti