Questo articolo è stato letto 7 volte

Vincenzo Giannotti – La corretta procedura di riconoscimento del debito (in o fuori bilancio) per interventi di somma urgenza

Il dubbio sorto ad un comune, di cui ne chiede l’ausilio alla magistratura contabile, riguarda la corretta interpretazione delle disposizioni di cui al nuovo testo dell’art.191, comma 3, TUEL nella parte in cui dispone che “qualora i fondi specificamente previsti in bilancio si dimostrino insufficienti”, lasciando il dubbio all’interprete riguardante il caso nel quale vi siano specifici fondi, già iscritti nelle poste in bilancio, e se gli stessi possano essere legittimamente utilizzati anche per eventi non direttamente previsti (lavori di somma urgenza). In particolare i quesiti posti sono suddivisi in tre gruppi.

Continua a leggere l’articolo

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA