MAGGIOLI EDITORE - Bilancio e contabilità


Pagamento debiti PA: le attività affidate a CDP

Con comunicato del 19/06/2014 la Cassa Depositi e Prestiti precisa quanto segue:

In relazione alle discussioni in corso sul pagamento dei debiti arretrati della PA, per quanto concerne le attività affidate a Cassa depositi e prestiti si precisa che:

1)  a CDP è stata affidata la gestione delle anticipazioni di liquidità a valere su fondi statali con DL 8 aprile 2013, n.35, convertito in data 6 giugno 2013, sulla cui base CDP ha stipulato tra il 15 maggio e il 30 giugno 2013, in favore di quasi 1.500 enti locali, i contratti per la concessione di anticipazioni di liquidità per un importo complessivo di circa 3,2 miliardi di euro, tutti erogati, come previsto dalla normativa e dai contratti stessi, per il 50% – 1,6 miliardi di euro – entro il 10 luglio 2013, e per il residuo 50% in due distinte date: 31 ottobre 2013, per 1,4 miliardi di euro e 28 febbraio 2014, per 0,2 miliardi di euro;

2)  a CDP è stata successivamente affidata la gestione di anticipazioni di liquidità a valere su fondi statali con DL 31 agosto 2013, n. 102, convertito in data 28 ottobre 2013, e al decreto ministeriale del 10 febbraio 2014, sulla cui base CDP ha concesso in data 18 giugno 2014 ulteriori anticipazioni di liquidità a circa 480 enti locali per un importo complessivo di circa 1,3 mld di euro che saranno stipulati non più tardi della fine del prossimo mese di luglio. Tutte le anticipazioni richieste, ritenute accoglibili, sono state concesse per l’intero importo.

3)  per quanto riguarda la nuova operazione prevista, che facilita la cessione dei crediti delle imprese dietro garanzia dello Stato, si ricorda che CDP ha, in tal caso, solo un ruolo di ultima istanza. Si attende, in ogni caso, l’emanazione del decreto attuativo della norma relativa, che è stata convertita in legge appena ieri.


www.bilancioecontabilita.it