MAGGIOLI EDITORE - Bilancio e contabilità


Vincenzo Giannotti - La corretta procedura di rilevazione del danno erariale per ricorso a forme anomale di indebitamento

Interessante sentenza della Corte dei Conti in merito alla corretta qualificazione del danno erariale per aver il comune ricorso a forme anomale di indebitamento. In particolare il P.M. contabile aveva evidenziato, a seguito della dichiarazione di dissesto di un ente locale e della relazione rimessa dagli Ispettori del Ministero dell’Economia e delle finanze, come il comune avesse fatto ricorso ad operazioni di indebitamento in modo irregolare e, in particolare:
a) tutte le relazioni con le banche erano state concluse mediante trattativa privata senza procedura concorrenziale;
b) le stesse operazioni erano state motivate per sostenere spese di parte corrente, in violazione dell’art. 119 della Costituzione e dei principi vigenti in materia di contabilità pubblica.

 

ABBONATI E CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO


www.bilancioecontabilita.it