MAGGIOLI EDITORE - Bilancio e contabilità


Contributi per la demolizione di opere abusive

i Comuni possono presentare domanda di accesso al Fondo per la demolizione delle opere abusive di cui alla legge n. 205/2017, art. 1, comma 26.

Fino alle  ore  12,00  del  15  giugno  2021  i  Comuni  possono presentare domanda di accesso al Fondo per la demolizione delle opere abusive di cui alla legge n. 205/2017, art. 1, comma 26.

Lo stabilisce un Comunicato del Ministero delle infrastrutture e della mobilità  sostenibili pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 14 maggio 2021.

I Comuni possono presentare domanda di contributo attraverso la compilazione del modulo  on-line disponibile sulla pagina web del Fondo.

Possono presentare istanza di contributo anche comuni che abbiano già partecipato al bando di cui all’avviso n.  9159 del 12 agosto 2020 o che risultino  vincitori  dello  stesso  ai  sensi  del decreto ministeriale n. 565 del 9 dicembre 2020 e relativo  allegato, reperibile  sulla  sezione Amministrazione  trasparente del sito internet del Ministero, purché  l’istanza  abbia  a oggetto   ulteriori   interventi   di demolizione.

I contributi saranno concessi a copertura del 50% del costo degli interventi di rimozione o di demolizione delle opere o degli immobili realizzati in assenza o totale difformità dal permesso di  costruire di cui all’art. 31 del decreto  del  Presidente  della  Repubblica  6 giugno 2001, n. 380, per i quali è stato adottato  un  provvedimento definitivo di rimozione o di demolizione  non  eseguito  nei  termini stabiliti. Sono incluse le spese tecniche e amministrative, nonché quelle connesse alla  rimozione,  trasferimento  e  smaltimento dei rifiuti derivanti dalle demolizioni.

In  caso di  insufficienza  di  Fondi, l’ordine cronologico di presentazione delle istanze è rilevante ai fini dell’ammissione  al finanziamento.


www.bilancioecontabilita.it