Questo articolo è stato letto 26 volte

Revisori dei conti enti locali. L’algoritmo di estrazione in vigore dal 4 febbraio 2020

controlli interni

Il Viminale risponde alla domanda posta da un revisore dei conti che ha chiesto informazioni circa il funzionamento dell’algoritmo, evidenziando una disparità di trattamento tra i soggetti iscritti comportante l’estrazione ripetuta di taluni nominativi e, di contro, la non estrazione di altri.

I tecnici del Viminale precisano che dal sistema è risultato che il revisore richiedente è regolarmente iscritto da sette anni nelle due fasce della Regione Piemonte, ad esclusione della provincia di Verbano-Cusio-Ossola, e ha partecipato a n.1.934 estrazioni, risultando estratto tre volte di cui due come riserva. L’articolo 5 del decreto ministeriale del 15 febbraio 2012, n.23 ha previsto che i revisori dei conti degli enti locali siano scelti mediante “estrazione a sorte” dall’elenco, per ogni componente vengono estratti tre nominativi di cui il primo, in ordine di estrazione, è designato per la nomina e gli altri per eventuali rinunce o impedimenti ad assumere l’incarico da parte del nominativo designato per la nomina. Di conseguenza, il sistema informatico è stato costruito prevedendo che il sorteggio dei nominativi inseriti nell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali fosse basato sulla pura ”casualità” che, per definizione, non tiene conto di un’equa distribuzione delle cariche di revisore ovvero dell’esito dei precedenti sorteggi. A seguito di varie segnalazioni sul sistema di estrazione del medesimo tenore e verificata una effettiva disparità nei sorteggi basati sulla semplice “casualità”, questo Ufficio ha proposto e formulato modifiche dell’algoritmo di estrazione, in modo tale da rafforzare le probabilità di chi non è stato mai estratto rispetto agli esiti dei sorteggi già effettuati. Al fine di permettere agli iscritti all’elenco, che non sono mai stati estratti, di avere maggiori probabilità rispetto a chi è stato estratto, con decreto ministeriale del 4 febbraio 2020 è stato, quindi, modificato l’algoritmo alla base del sorteggio. In particolare, si è ritenuto opportuno seguire l’atto di indirizzo dell’Osservatorio della finanza locale del 20 febbraio 2018, laddove si sostiene che “pur dovendo l’amministrazione attenersi alla metodologia casuale, possa comunque applicare dei correttivi al sistema probabilistico mediante pesi matematici da attribuire a diversi candidati” in relazione ai sorteggi effettuati. Dalla pubblicazione del suddetto decreto è stato, quindi, applicato il nuovo algoritmo nel quale sono stati introdotti dei correttivi basati su criteri di premialità legati ai sorteggi già effettuati e all’anzianità di iscrizione all’elenco dei revisori di ciascun soggetto interessato. Tale sistema si traduce in un incremento della possibilità di essere estratto al crescere delle premialità. Si segnala che, in effetti, da una prima analisi delle estrazioni effettuate nei due mesi di applicazione del nuovo algoritmo, si è già riscontrata una risposta positiva che, sicuramente sarà sempre più evidente nel corso del corrente anno durante il quale ne verrà dato conto tramite una dettagliata rappresentazione nella sezione dedicata ai dati di sintesi inserita nella pagina internet di questa Direzione centrale.

Il manuale del ragioniere comunale

Il manuale del ragioniere comunale

Mauro Bellesia, 2019, Maggioli Editore
Il manuale tratta la disciplina dell’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali dal punto di vista del Responsabile del servizio finanziario.Norme, regole e adempimenti sono illustrati, sintetizzati e commentati in stretta correlazione alle funzioni e alle responsabilità del...

115,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA