Questo articolo è stato letto 10 volte

Milleproroghe, ricadute per gli enti locali

Proroga dei termini per l’utilizzazione delle graduatorie concorsuali nelle pubbliche amministrazioni, deroga al tetto alla spesa per le assunzioni flessibili di vigili urbani e di personale educativo e docente degli enti locali, spostamento al 30 giugno del termine per l’approvazione dei bilanci preventivi, spostamento di 9 mesi di tutti i termini per la gestione associata delle funzioni tra i piccoli comuni, spostamento di 1 anno del termine per l’avvio della centrale unica di committenza tra i piccoli comuni. Sono queste le principali novità per gli enti locali contenute nella conversione del decreto legge n. 216/2011, c.d. “milleproroghe 2012”, convertito dalla legge del 24 febbraio 2012, n. 14 (G.U. 27 febbraio 2012, n. 48, supplemento ordinario n. 36). ……… continua

di Arturo Bianco

© RIPRODUZIONE RISERVATA