Questo articolo è stato letto 34 volte

Il Commento – Il pagamento delle fatture in conto capitale in ritardo, per le SS.RR., non rientrano nei casi di elusività del patto di stabilita’

di V. Giannotti (www.bilancioecontabilita.it 10/12/2015)

Un Comune ricorre alle Sezioni Riunite della Corte dei conti, a fronte della dichiarazione da parte della Sezione territoriale di elusività del patto di stabilità, con relativa comminazione delle sanzioni per lo sforamento dello stesso. Il Comune a tal fine considera la posizione della Corte territoriale eccessiva sia in merito alla motivazione che alle conclusioni a cui la stessa è pervenuta, per il solo fatto che al 31.12 il saldo di cassa presentava una capienza sufficiente per il pagamento delle fatture in conto capitale, mentre al fine di non superare il patto di stabilità, il citato Comune aveva rinviato il pagamento delle fatture nell’anno successivo. Tale forma di dilazione avrebbe consentito al Comune il rispetto del patto di stabilità nell’anno, mentre in caso di pagamento vi sarebbe stato sforamento dello stesso con le conseguenze sanzionatorie previste dal quadro legislativo di riferimento, ciò che corrisponde, per la Sezione territoriale, ad una pratica elusiva ugualmente sanzionata dal legislatore

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA