Questo articolo è stato letto 16 volte

Tracciabilità dei flussi finanziari: CIG semplificato

Dal 2 maggio, le stazioni appaltanti potranno contare su doppia semplificazione per il CIG (codice identificativo di gara): potranno acquisire il CIG semplificato e potranno chiedere fino a due carnet di CIG (100 in totale) con validità di 90 giorni dalla data del rilascio. L’ente pubblico dovrà in ogni caso comunicare le informazioni a corredo di ciascun CIG entro e non oltre 30 giorni dalla data di scadenza del carnet; la trasmissione dei dati richiesti per ciascun CIG, è condizione necessaria per il rilascio di nuovi carnet.
La novità, in tema di tracciabilità dei flussi finanziari relativi agli appalti pubblici, arriva da un comunicato del Presidente dell’Autorità di vigilanza dei contratti pubblici del 2 maggio 2011 “Semplificazione delle modalità di rilascio del CIG per micro contrattualistica e contratti esclusi” , che definisce i confini della semplificazione riservata esclusivamente:
a) ai contratti di lavori di importo inferiore a € 40.000 oppure ai contratti di servizi e forniture di importo inferiore a € 20.000, affidati ai sensi dell’art. 125 del Dlgs 163/2006 (Codice) o mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando;
b) contratti di cui agli articoli 16 (contratti relativi alla produzione e al commercio di armi, munizioni e materiale bellico), 17 (contratti segretati o che si esigono particolari misure di sicurezza) e 18 (contratti aggiudicati in base a norme internazionali) del Codice, indipendentemente dall’importo;
c) altri contratti esclusi in tutto o in parte dall’ambito di applicazione del Codice fino ad un importo di € 150.000;
d) contratti affidati direttamente da un ente aggiudicatore o da un concessionario di lavori pubblici ad imprese collegate, ai sensi, rispettivamente, degli articoli 218 e 149 del Codice.
La procedura di rilascio “consegna” al responsabile del procedimento, via posta elettronica certificata, un documento in formato PDF che riporta la data di generazione del carnet, il responsabile assegnatario, l’elenco dei CIG che compongono il carnet e la data di scadenza del carnet entro la quale i CIG possono essere utilizzati.
Il responsabile di procedimento potrà disporre di un massimo di due carnet contemporaneamente attivi per ciascun centro di costo di stazione appaltante presso il quale opera. L’utilizzo dei carnet non esclude la possibilità di acquisire parallelamente singoli CIG semplificati.
Sono così diventate operative le anticipazioni dell’Autorità dei contratti contenute nella determinazione n. 10/2010 e nel testo dell’audizione  della VIII commissione della Camera dei deputati del 22 febbraio scorso.
Per scaricare il documento: http://www.avcp.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=4618