Questo articolo è stato letto 6 volte

TARSU – TIA

I Comuni, nel procedere all’accertamento delle debenze TIA, così come previsto per la TARSU, possono, in sede di controllo delle su­perfici imponibili soggette alla tariffa, tenere conto di quanto stabilito dall’art. 1, c. 340, L. 311/2004, in base al quale per gli immobili censiti nel catasto fabbricati, la super­ficie per l’applicazione della Rsu non può essere inferiore all’80% di quella catastale: questa norma vale anche per la Tia, nonostante faccia riferimento solo alla tassa rifiuti.

(Circolare IFEL del 25 gennaio 2010)