Patto di stabilità 2015

Ricerca



giu 8 2016

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con decreto del 4/3/2016 (pubblicato in G.U. n.68 del 22 marzo 2016) precisava, per gli enti locali soggetti al patto di stabilità interno, l’obbligo dell’invio entro il 31/03/2016, quale termine perentorio, della certificazione del rispetto degli obiettivi del patto di stabilità interno 2015, utilizzando il sistema web appositamente previsto

mar 22 2016

Ecco in sintesi, le richieste in materia di finanza locale che Anci ribadisce al governo: l’Associazione sollecita la revisione della disciplina delle sanzioni per la violazione del Patto di stabilità 2015 delle Città metropolitane, delle Province e dei Comuni, chiedendo per le Città metropolitane, la cancellazione delle sanzioni con la riduzione di risorse ed il divieto di nuove assunzioni. Mentre per i Comuni, auspica un intervento per porre un limite alla parte finanziaria delle sanzioni e prevedere l’esclusione delle stesse relative al blocco delle assunzioni di personale a qualunque titolo