Questo articolo è stato letto 54 volte

Spese sostenute in occasione del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016

spese_rappresentanza

Il Ministero dell’Interno, con comunicato del 29 novembre 2017  rende noto che, a seguito dell’apertura da parte del MEF di uno specifico capitolo di spesa, ha avviato il procedimento di pagamento inerente l’assegnazione di somme integrative per far fronte alle maggiori spese sostenute in occasione del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016, seguendo la disciplina di cui all’art. 17 della legge 23 aprile 1976, n. 136, modificato dall’art. 1, comma 400, lett. b), della legge 27 dicembre 2013, n. 147, e secondo modalità diverse, in quanto il nuovo capitolo di spesa non consente di avvalersi delle Autorità competenti per le assegnazioni ai comuni delle somme loro spettanti.

Tuttavia alcuni problemi tecnico-informatici hanno impedito la concreta definizione del pagamento per cui il procedimento avviato è stato sospeso e sarà eseguito al più presto. Atteso l’allungarsi dei tempi, nel frattempo è stato anche richiesto alle Prefetture di acquisire ulteriori ed aggiornati dati sulle necessità dei comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA