Questo articolo è stato letto 4 volte

Spending review fai-da-te

Ogni amministrazione potrà avere un responsabile per i tagli alla spesa pubblica: per questo incarico non sono previste indennità né costi aggiuntivi. Stop al divieto della certificazione dei debiti della pubblica amministrazione verso le imprese per le regioni con piani di rientro dai deficit sanitari. Per quanto riguarda i debiti che gravano sul bilancio degli enti del servizio sanitario nazionale, i commissari nominati per i piani di rientro delle regioni con disavanzo potranno certificare i crediti esigibili già conteggiati negli stessi piani. Lo prevedono alcuni emendamenti alla spending review approvati dalle commissioni Affari costituzionali a Bilancio del Senato. Il decreto 7 maggio 2012, n. 52, recante disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica, approderà nell’aula di Palazzo Madama martedì prossimo, 5 giugno. Il decreto detta le norme per la nomina e i poteri del Commissario straordinario per la spending review (il governo ha affidato l’incarico a Enrico Bondi) e introduce alcune misure per la razionalizzazione della spesa pubblica.

Continua a leggere l’approfondimento