Questo articolo è stato letto 26 volte

Sospensione del regime di tesoreria unica mista

La comunicazione dell’Agenzia delle Entrate del 10 aprile 2012, prot. n. 2012/53553, riguarda le conseguenze della reintroduzione del regime di tesoreria unica per i comuni sui riversamenti delle entrate riscosse via modello F24 ad essi spettanti. In applicazione dell’articolo 35, comma 8, del decreto legge n. 1/2012, limitatamente al triennio 2012/2014, la Struttura di gestione costituita presso l’Agenzia e preposta alla movimentazione delle somme acquisite via F24 e dei relativi flussi informativi, procederà a riversare le somme di spettanza comunale presso la tesoreria unica, con riferimento alla quasi totalità dei comuni: comuni con più di 5.000 abitanti; comuni aventi una popolazione inferiore che usufruiscono di contributi statali. Il riversamento avverrà, in conformità con la Circolare n.11 del 24 marzo 2012 della Ragioneria Generale dello Stato, mediante accredito sulle contabilità speciali, sottoconto fruttifero, intestate a ciascun Comune presso le sezioni di tesoreria provinciale della Banca d’Italia, già a decorrere dal 17 aprile 2012. Alla nota dell’Agenzia sono allegati i tracciati record di rendicontazione dei riversamenti modificati in conseguenza della normativa indicata, che si riproducono in allegato.

Comunicato Agenzia delle Entrate 10/4/2012
Modalità di riversamento dele entrate spettanti ai comuni, riscosse tramite modelli F24 e F24EP – Sospensione del regime di tesoreria unica mista

>> Riscossione tramite modello f24 tracciato di fornitura dati
>> Riscossione tramite modello f24 tracciato di fornitura dati addizionale comunale