Questo articolo è stato letto 102 volte

Rimborso IVA agli enti locali sul trasporto pubblico locale

rimborso-spese

Il Ministero dell’interno ha pubblicato la circolare n.7 del 30 gennaio 2018 avente ad oggetto “Rimborso dell’IVA sul trasporto pubblico locale”.

L’articolo 9, comma 4, della legge 7 dicembre 1999, n. 472, prevede il rimborso agli enti locali, da parte dello Stato, dell’IVA corrisposta in relazione alla gestione dei servizi di trasporto pubblico locale.

LEGGI LA CIRCOLARE

Ai fini del rimborso dell’IVA di cui in premessa, possono presentare le certificazioni al Ministero dell’Interno nel caso in cui abbiano conseguito maggiori oneri derivanti dai contratti di servizio per la gestione dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale, stipulati in applicazione all’articolo 19 del decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422, i seguenti enti:
– unioni di comuni;
– consorzi;
– comunità montane;
– province della regione Sardegna, tenendo conto della successione nei rapporti giuridici tra enti locali derivante dalla nuova articolazione provinciale a seguito del riordino previsto dalla Legge Regionale 4 febbraio 2016, n. 2.

Le certificazioni riportate nel citato decreto attuativo del 22 dicembre 2000, da presentare al Ministero dell’Interno, sono il modello “B” con cui l’ente dichiara l’importo che presume di pagare nel corso dell’anno a titolo di IVA, ed il modello “B1” relativo al dato definitivo (a consuntivo) dell’IVA pagata dal medesimo ente nell’anno precedente.
Al fine dell’assegnazione, nell’anno 2018, del contributo in esame la certificazione di cui al modello “B” deve essere prodotta entro il termine del 28 febbraio 2018.
E’ fissato al 30 aprile 2018 il termine ultimo per presentare il modello “B1” relativo al dato definitivo dell’IVA pagata per la gestione del servizio di trasporto pubblico nell’anno 2017.

LEGGI LA CIRCOLARE

© RIPRODUZIONE RISERVATA