Questo articolo è stato letto 7 volte

Procedure per la richiesta di abilitazione al patto di stabilità interno

La Ragioneria Generale dello Stato  rende noto che sono pubblicate le procedure per la richiesta di abilitazione al Patto di stabilità interno.

PROCEDURE PER LA RICHIESTA DI ABILITAZIONE AL PATTO DI STABILITÀ INTERNO

Le richieste di abilitazioni per il “Patto di Stabilità interno” devono essere effettuate attraverso il link “Richiesta Nuova Utenza” presente sulla prima pagina del sito http://pattostabilitainterno.tesoro.it.

I campi “Nome”, “Cognome” e “Codice Fiscale” non devono contenere spazi né caratteri speciali quali accenti o apostrofi. Per inviare la richiesta selezionare il campo “Tipologia Ente”, poi cliccare sul bottone “Carica” a fianco sulla destra nella stessa riga. Selezionare nella tendina del campo “Descrizione” il proprio ente di appartenenza, una volta evidenziato cliccare sul bottone “carica” a fianco sulla destra nella stessa riga. A questo punto l’Ente selezionato verrà riportato in automatico nella sottostante lista degli Enti abilitati. Completare la richiesta con le informazioni ancora mancanti e premere il pulsante “Invia Richiesta”.

Nel caso in cui l’utente fosse già accreditato su altre applicazioni del MEF (Partecipazioni, Concessioni, Immobili, Pattostabilita, Certificazioni crediti) verranno confermate le credenziali (utenza e password) già utilizzate per l’accesso al portale di autenticazione. Qualora la password fosse nel frattempo scaduta o dimenticata è necessario richiederne il reset ad assistenza.cp@tesoro.it (tel. 06-4761.2125/2375/2782) specificando login (nome.cognome) e codice fiscale. Se invece l’utente non fosse già censito tra gli accreditati alle altre applicazioni del MEF le credenziali saranno inviate all’indirizzo e-mail dell’Ente. In questo caso, l’eventuale mancata ricezione delle credenziali, può essere segnalata all’indirizzo dell’assistenza.

 Patto di stabilità interno – Pagamenti dei debiti degli enti locali (articolo 1, commi 1 e 2, del decreto legge n. 35/2013)

E’ disponibile sul sito web della Ragioneria generale dello Stato, all’indirizzo: http://pattostabilitainterno.tesoro.it, l’applicazione per effettuare la richiesta degli spazi finanziari di cui necessitano i comuni e le province per sostenere i pagamenti, in deroga ai vincoli del patto di stabilità interno 2013, di debiti di parte capitale certi, liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012 e i pagamenti di debiti di parte capitale per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine.

Le richieste dovranno pervenire entro la data del 30 aprile 2013.

Entro il 15 maggio 2013, sulla base delle predette richieste, con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, sono individuati, per ciascun ente locale, gli importi dei pagamenti da escludere dal patto di stabilità interno.

Vai allo speciale