Questo articolo è stato letto 5 volte

Procedura di presentazione delle domande per l’iscrizione all’elenco dei revisori dei conti degli enti locali

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana di oggi 15 giugno 2012 l’avviso per la presentazione delle domande per l’inserimento nell’elenco dei revisori dei conti degli enti locali per la fase di prima applicazione del decreto del Ministro dell’interno 15 febbraio 2012 n. 23.

Si rammenta che il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato perentoriamente entro e non oltre trenta giorni successivi a quello di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Con l’acquisizione delle domande prende inizio il procedimento che porterà prossimamente alla formazione dell’elenco e – successivamente- alla piena operatività del nuovo sistema, ciò che verrà comunicato altresì con avviso sulla gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, secondo quando previsto all’articolo 5, comma 1, del predetto decreto del Ministro dell’interno del 15 febbraio 2012 n. 23.

A quest’ultima data e non a quella di pubblicazione nella Gazzetta ufficiale del predetto avviso, si riferiscono le disposizioni di cui al punto 3 della Circolare FL /2012 del 5 aprile 2012, concernenti le modalità di scelta dell’organo di revisione prima della piena operatività del nuovo sistema di scelta.

In proposito, sulla base dei tempi previsti dal citato decreto ministeriale e delle operazioni necessarie per la definitiva formazione dell’elenco, si stima che l’effettivo avvio del nuovo sistema non potrà avvenire prima della metà del mese di settembre.

Pertanto, considerato il sopraggiungere del periodo di ferie estive che, in talune date, può rendere non agevole la convocazione del Consiglio dell’ente e l’esigenza di assicurare la continuità dell’attività dell’organo di revisione anche alla luce della recente proroga del termine di approvazione del bilancio di previsione al 31 agosto 2012 (per il quale è previsto, come è noto, il parere del predetto organo), si rappresenta che, nel caso in cui l’incarico dell’organo di revisione – ivi compreso il periodo di prorogatio – vada a scadere entro la prima metà del mese di settembre, gli enti possano procedere alla nomina del nuovo organo con le previgenti modalità di scelta qualche settimana prima dello scadere del termine della stessa prorogatio.