Questo articolo è stato letto 4 volte

Patto di stabilità. Nuova funzione test firma digitale.

La Ragioneria Generale dello Stato con comunicazione del 03/10/2013 comunica che E’ in linea la nuova funzione “Test Firma Digitale” attraverso la quale gli enti possono verificare il funzionamento delle smart card, da utilizzare per la firma del modello di certificazione del rispetto del patto di stabilità interno, e la loro compatibilità con il sistema gestionale RGS e con quanto disposto dal CAD (Codice dell’amministrazione digitale). Qui di seguito il comunicato:

A partire dal 2014 l’invio del modello relativo alla certificazione del rispetto del patto di stabilità interno sarà gestito digitalmente e, pertanto, l’uso della firma digitale, avente valenza legale,  sarà indispensabile per ciascun ente locale.

E’ opportuno, quindi, che ciascun ente locale verifichi la sussistenza dei requisiti tecnici necessari e la compatibilità,  con quanto disposto dal CAD (Codice dell’amministrazione digitale) in materia di firma digitale, di tutte le smart card che verranno utilizzate per sottoscrivere la certificazione del rispetto del patto di stabilità interno. La verifica è necessaria per poter risolvere in anticipo eventuali difficoltà operative di trasmissione della certificazione e per poter rispettare, quindi, i termini e le modalità previsti per la stessa, evitando di incorrere nell’applicazione delle relative sanzioni.

A tal fine, è stato predisposto un test di verifica, che potrà essere eseguito da tutti gli enti soggetti al patto di stabilità interno, reso disponibile sul sistema web appositamente previsto per il Patto di stabilità interno nel sito http://pattostabilitainterno.tesoro.it. Accedendo a tale link, il test potrà essere eseguito cliccando, nel menù “Funzionalità – gestione modello”, sulla voce “Test firma digitale” e procedendo seguendo le indicazioni che saranno fornite dal sistema. Eventuali richieste di chiarimento potranno essere inviate  all’indirizzo di posta elettronica: assistenza.cp@tesoro.it.

Nel ribadire l’importanza dell’esecuzione del richiamato test di verifica, al fine di individuare e risolvere tempestivamente qualsiasi problematica e consentire l’invio delle certificazioni nei tempi stabiliti, si invitano gli utenti ad effettuare il citato test il prima possibile (in ogni caso non oltre il 29 novembre 2013).

© RIPRODUZIONE RISERVATA